STRETTA OSSERVANZA TEMPLARE
Ordine del Tempio ristabilito e rinnovato

 

 

 

Carl Gotthelf, freiherr von Hund und Alten-Grotkau
   
  Carl von Hund 
Carolus Eques ab Ense
1722-1776
 

Chi era Carl Gotthelf, freiherr von Hund und Alten-Grotkau, fondatore della Stretta Osservanza?

Riprendiamo un estratto del discorso letto in occasione del suo funerale “In onore di Sua Altezza Reverendissima il fu Karl von Hund”: “Il suo lignaggio era così illustre che già al tempo delle crociate, i suoi antenati, che potevano vantare almeno 16 quarti di nobiltà, comandavano diversi corpi di cavalleria. Il primo della sua famiglia possedeva terre in Slesia e in Lusazia. Morì verso la metà del Trecento. Il barone e libero signore Carl Gotthelf von Hund und Alten-Grotkau ereditò dal suo defunto padre le terre di Manua, Reuten, Lieszke, Merzdorf, Beewalde, Grosschweidnitz, Dolgowitz e Lipsia e possedeva inoltre le terre d’Unwurde e di Kittlitz. Fu Consigliere di Stato di Sua Maestà l’Imperatrice, consigliere personale di Sua Maestà l’Imperatore Carlo VII, ciambellano di Sua Maestà il Re Augusto II di Polonia, elettore di Sassonia, capo degli Stati di Alta Lusazia, cavaliere dell’Ordine di Sant’Anna di Russia”.

   
  Stemma degli Hund  

Karl von Hund nacque a Manua, in uno dei suoi feudi in Alta Lusazia, l’11 settembre 1722, rimase orfano all’età di 14 anni. Innamorato della figlia del sorvegliante delle sue terre (Casper Heinrich von Rodewitz), morta all’età di 16 anni, egli decise di optare per il celibato a vita. A 19 anni iniziò a studiare a Lipsia. Iniziato il 20 marzo 1742 a Francoforte sul Meno, frequentò la Loggia “I Tre Maglietti” di Naumbourg.

Secondo Saint-Germain, il barone Rod von Koenisberg e il Maresciallo dell’Impero e cavaliere teutonico von Bieberstein hanno preceduto Hund nella Libera Muratoria templare. Ciononostante, la prima Loggia di Stretta Osservanza venne fondata nel 1751 nel castello di Unwurde, sotto gli auspici del barone von Hund e con l’aiuto dei fratelli Jacques et Georges Schmidt e di M. de Schoenberg, tutti e tre ufficiali del reggimento di fanteria del Principe di Sassonia, e dei fratelli von Tanner et Charles Henri Louis Jacobi. Battezzata “Le Tre Colonne”, la Loggia intendeva simboleggiare la rinascita e la stabilità del nuovo Ordine. Tra il 1750 e il 1751, nel corso di uno dei numerosi ricevimenti organizzati nel suo quartier generale di Kittlitz, Karl von Hund, “Cavaliere della Spada” dell’Ordine, ricevette la visita del generale scozzese e celebre libero muratore James Keith. Quest’ultimo influenzò probabilmente lo sviluppo della Stretta Osservanza.

   
  La chiesa della Trinità a Kittlitz,
riconstruita da Karl von Hund
 

I fondatori dell’Ordine lavorarono per creare un Ordine del Tempio ristabilito e rinnovato, nel senso di un regime massonico a vocazione cavalleresca, nello spirito settecentesco. Venne presentato un piano economico che prevedeva la messa in comune dei beni dei fratelli. Si trattava forse di riacquistare alcuni beni degli antichi Templari, di preparare lo sbarco degli Stuart in Scozia o di favorire la fondazione di uno stato libero sul suolo americano? La guerra dei Sette Anni (1756-1763) mise fine a questo tipo di progetto. Se la Stretta Osservanza contò tra i suoi membri quasi tutto il gotha dell’Europa continentale (Prussia, Germania, Russia, Polonia, Austria, Italia), composto da aristocratici e militari di alto rango, Hund, gentiluomo appassionato, dovette far fronte anche ad approfittatori, opportunisti e truffatori. Non mancarono mai i detrattori dell’Ordine. La vigilanza era e resta sempre fondamentale.

Kittlitz con il suo sobborgo di Unwuerde è situato vicino a Lôbau in Alta Lusazia. La famiglia di Hund vi aveva acquisito una proprietà all’inizio del Cinquecento, grazie al matrimonio tra Wenzel von Hund e Margherita di Nostitz. Poiché Karl von Hund aveva dilapidato la sua fortuna in favore della causa templare, egli propose all’Ordine la vendita dei propri beni per una somma molto vantaggiosa, ma l’Ordine rifiutò. Egli cedette allora nel 1769 il castello d’Unwurde e le proprie terre alla contessa Isabella von Salmour. Karl von Hund aveva fatto ricostruire la chiesa della Santa Trinità di Kittlitz. Fu in quel periodo che dissimulò i documenti della Stretta Osservanza, in una scatola conservata in una cappella laterale. Oltre al castello, ricostruito in parte dopo l’incendio del 1933, esistono ancora molte vestigia dell’epoca di Hund, in particolare la cappella funeraria della famiglia Hund, gli stemmi sui muri, la chiesa e i suoi segreti…

Oggi il castello è di proprietà della famiglia Pohlank. Unwurde fa parte della città di Kittlitz dal gennaio 2003.

   
  Stemma degli Hund (stile barocco)  

Nel 1773, di ritorno dalla visita alla Loggia “Charlotte Aux Trois Œillets” e dal capitolo di Meiningen, Hund si ammalò gravemente. “Nell’anno 1776, nell’ottavo giorno di novembre, alla prima ora del mattino, ritornò al Signore, dopo aver ricevuto i sacramenti, l’illustrissimo, nobile, generoso e amato signor Karl Gotthelf, barone di Hund e d’Alten-Grottkau, consigliere di Stato di Sua Maestà imperiale, consigliere privato dello Zar di Russia, titolare dell’Ordine russo di Sant’Anna, cavaliere della spada, signore generoso di Lipsia, Manau e Luntenbeerwalde in Oberlausitz”. La cronaca municipale indica che sentendo la morte avvicinarsi, “Hund fece venire diversi membri dell’orchestra della corte di Sassonia-Meiningen, chiuse le tende del proprio letto e si spense al suono di una dolce musica”. Inoltre: “Era accompagnato da Sua Altezza il protettore della Loggia e sovrano, il giovane duca di Sassonia-Meningen, che aveva allora 21 anni. Le sue spoglie terrestri vennero portate in solenne processione, con tutti gli onori dovuti ad un superiore dell’Ordine, e al suono di tutte le campane, durante quattro ore di tragitto fino a Mellrichstadt. Il corteo funebre era composto nel modo seguente: davanti procedeva a cavallo un servitore del fratello Von Kebler, seguito da una carrozza trainata da 4 cavalli con il valletto di camera del defunto, il carro funebre tirato da 6 cavalli, decorato con l’elmo, i distintivi dell’Ordine, deposti su un cuscino di seta blu intrecciato d’oro, la spada, la lancia con lo stendardo e gli speroni. Seguivano numerose carrozze e servitori in livrea con gli stemmi del duca di Sassonia. All’arrivo a Mellrichstadt, Hund venne portato nella chiesa di San Kilian dai membri del consiglio della città. Venne posto nella tomba ai piedi dell’altare, avvolto nel suo mantello di Gran Maestro, con la croce dell’Ordine, le mani e piedi disposti correttamente. Al suo anulare, egli portava l’anello con l’iscrizione N.V.I.O. Nulla vi invertitur ordo, l’Ordine non verrà rovesciato da nessuna forza”.

   
  Chiesa di San Kilian di Mellrichstadt
dove Karl von Hund venne inumato nel 1776
 

Ecco dunque riassunte la vita e la morte del fondatore dell’Ordine Illustre di Stretta Osservanza e della sua Gran Loggia Scozzese. Quest’uomo buono, descritto come di media altezza, di un’eleganza discreta nel vestire, di atteggiamento gentile, ospitale e generoso, aveva dichiarato nel 1766: “Ho servito l’Ordine onestamente per 21 anni, lasciando da parte tutto ciò che la mia nascita e la mia nobiltà avrebbero potuto apportarmi grazie ai duchi e ai principi”. A lui dobbiamo anche questa citazione sulla Libera Muratoria, tratta dalle prime regole della Stretta Osservanza: “L’adesione alla Libera Muratoria può provenire da ragioni ben diverse, tali ragioni determineranno lo zelo e la condotta di un fratello appena ricevuto. Alcuni vengono nell’Ordine con un atteggiamento di un rispetto particolare che sentono verso di esso: vi vedono tanti uomini ragionevoli uniti tra loro, ciò piace loro ed essi desiderano far parte di questa catena iniziatica. Questo motivo è il più bello di tutti”. Alain Bernheim scrive: “La Stretta Osservanza pone degli interrogativi per due ragioni: è la prima volta dal 1743 che il tema della cavalleria fa la sua apparizione nella Libera Muratoria non più in maniera generale dopo il discorso di Ramsay, ma come cavalleria templare, fondamento di un sistema massonico, ma anche perché essa prenderà il posto della Libera Muratoria inglese, per vent’anni e quasi ovunque in Germania e in Europa orientale”.

Essa resterà un ampio argomento di studio e di riflessione per gli storici, una strada da seguire per i fratelli e le sorelle di Stretta Osservanza.

(Foto di Peter Emrich Löbau)

 

1751 - STRETTA OSSERVANZA TEMPLARE - 1995